NEWS aprile 2016

Il mese di marzo è stato piuttosto impegnativo, ma anche piacevole perché ho parlato in due bellissime città di mare.
Il 7 e l’8 marzo sono stata gentilmente invitata dall’Università di Trieste (Dipartimento di Studi Umanistici, Filosofia) per parlare di un argomento che da sempre mi sta molto a cuore: la solitudine. Di solito, la solitudine è vista come una bestia nera, invece, io m’ero proposta di spezzare varie lance in suo favore considerando non solo chi la condanna o ne diffida, ma anche chi ne tesse le lodi. E l’ho fatto spaziando dall’Antico Testamento e dall’Odissea fino a qualche filosofo ottocentesco, magari non molto studiato, tipo Max Stirner. Ho anche brevemente evocato un paio di poeti di gran calibro, tipo Charles Baudelaire ed Emily Dickinson.
Se siete a digiuno di filosofia, niente paura: non do mai nulla, ma proprio nulla, per scontato, sicché mi potrà leggere anche chi di filosofia, e così pure degli antichi Greci, non sa assolutamente un’acca.
Perché dico “leggere”? Il fatto è che sono stata registrata e, in seguito, ho trascritto, talora facendo dei tagli oppure piccoli montaggi, quasi tutto quello che ho detto a Trieste, conservandone il carattere fortemente colloquiale. Dato che l’intera performance è durata quasi quattro ore, mi son vista costretta, assai a malincuore, a non poter dar conto della vivace e stimolante discussione che ne seguì con gli studenti.
Il testo che ne è venuto fuori, come temevo, non è brevissimo e, allora, ho pensato di dividerlo in tre files che potrete scaricare direttamente cliccando qui, qui e qui.

Dopo Tieste è stata la volta di Venezia. Il 23 marzo mi son recata all’Istituto per il Turismo Francesco Algarotti. Il tema che m’era stato proposto mi è particolarmente caro: il viaggio a piedi. Assieme a me ha parlato anche un valente giovane fotografo free lance, Giacomo Frison, che era andato da Istanbul a Theran passando per il Caucaso, ora a piedi ora in autostop. Se volete saperne di più sulle sue imprese, rimando al suo sito: www.giacomofrison.com
Trovandomi a riferire delle mie varie esperienze come pellegrina nel Cammino di Santiago, ho pensato che fosse giunto il momento di rendere accessibile su questo sito un mio breve racconto semiserio e semigotico: Brividi sul cammino di Santiago. Se vi venisse la curiosità di leggerlo, cliccate qui.

Leave a Comment

Filed under news

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *